Sinapis plus - antiparassitario 250ml

sinapis.JPEG afidi-fiori-min.JPEG caterpillars-4297904_640-min.JPEG ragnetto-rosso-min.JPEG marienkafer-larva-2472899_640-min.JPEG mosca-frutta-min.JPEG parassiti-min.JPEG cocciniglia-min.JPEG

Sinapis plus - antiparassitario 250ml

Insetticida naturale per parassiti delle piante, antiparassitario naturale per eliminare anche afidi dalle piante, mosca della frutta e ragno rosso.

Corroborante naturale ad azione difensiva fogliare e radicale. Miscela di olio di senape al 50% in aggiunta con olio di Neem, tannini ed estratto di fico. Una combinazione utile per stimolare il metabolismo cellulare e le difese autogene delle piante contro le avversità di natura climatica e parassitaria. Gli enzimi degli oli contenuti nel prodotto svolgono un’azione repellente e curativa nei confronti di Cocciniglie, mosca bianca, ragno rosso, grillo talpa, afidi, acari, cavolaia, grillo talpa, pidocchi, serpentina minatrice, lepidotteri in genere, mosca della frutta e dell'olivo. Da utilizzare su ogni tipo di pianta in qualsiasi periodo ogni qual volta si presenti il problema di attacco oppure in minor dosaggi per azione preventiva e dissuasiva. Questo macerato vegetale è veramente una panacea contro la maggior parte dei parassiti, il prodotto non ha carenze ma essendo oleoso permane più a lungo sulle piante quindi si consiglia di raccogliere frutti e ortaggi a distanza di qualche giorno dall'ultimo trattamento.
€ 16,00
  • MAGGIORI INFORMAZIONI

Mescolare 8/10 ml ogni litro di acqua eseguendo trattamenti nebulizzati sopra e sotto la pagina fogliare per colpire direttamente il parassita, si consiglia di irrorare ogni 3-5 giorni in base all'entità del problema finchè non lo si è risolto. In maniera preventiva si consiglia di nebulizzare sulle piante ogni 10-15 giorni. Se l'attacco si sviluppa anche sotto le radici, mescolare 2/4 ml in ogni litro di acqua da innaffiare in base alla grandezza della pianta e al tipo di problema.

Effettuare i trattamenti dal calare della sera in poi evitando la bruciatura delle foglie al sole e per non disturbare l'attività degli impollinatori che operano durante il giorno e anch'essi non gradirebbero l'odore pungente del macerato.

Evitare di nebulizzare durante il periodo di fioritura.